email facebook twitter google+ linkedin pinterest
LAC Lugano Arte e Cultura

Biografie

Residenza YAA!

Lorena Dozio
coreografa / danzatrice

Lorena DozioLorena Dozio è nata e cresciuta in Svizzera, nel Cantone Ticino. Ha studiato le arti performative presso l’Università di Lettere e Filosofia di Bologna, prima di completare la formazione in coreografia al Centre National de Danse Contemporaine (CNDC) di Angers, sotto la direzione di Emmanuelle Huynh. In questo contesto ha cominciato a creare le sue prime coreografie per poi collaborare con il coreografo e danzatore brasiliano Fernando Cabral nell'ambito di diversi progetti come Qui a besoin de réalité ? e Accidental Project.
In seguito, ha avviato una ricerca attorno alla relazione tra il visibile e l’invisibile e sulla trasformazione della materia. Nel 2012, presso la Fondation Royaumont in Francia, nell'ambito della formazione «Transforme» diretta da Myriam Gourfink, ha ideato l'assolo levante, in collaborazione con i compositori Carlo Ciceri e Daniel Zea, con i quali ha fondato l’associazione «Crile» con base a Lugano.

Levante, spettacolo incentrato sul concetto della levitazione, è stato co-prodotto dal festival ginevrino Archipel, dalla Fondation Royaumont ed è stato presentato in Svizzera e in Francia. Artista residente presso il centro di creazione Mains d’œuvres in Francia, dal 2012 al 2014, Lorena Dozio ha cominciato a lavorare all'assolo ALibi con la composizione musicale e il dispositivo tecnologico di Daniel Zea che ha debuttato alla Biennale Danza di Venezia nel 2014 e che è stato presentato in seguito su diversi palcoscenici della Svizzera italiana e in Francia. Nel 2015 ha realizzato I Nauti, trasformando l'assolo levante in un trio per danzatori, che è andato in scena per la prima volta al Festival Territori di Bellinzona. Nel 2016 ha creato i quartetto Otolithes coprodotto da LuganoInScena e che ha debuttato al FIT Festival di Lugano. Otolithes è stato inoltre sostenuto dal Fondo dei Programmatori di Reso permettendo cosi una creazione e una tournée nelle tre regioni linguistiche svizzere.
Come danzatrice ha collaborato con altri coreografi e artisti come Laure Bonicel, Eric Didry, Catherine Bay, Boris Achour, Tiziana Arnaboldi, Emmanuelle Raynaut. Nel 2010 è stata assistente di Maria Donata D’Urso nella pièce Strata. Ha studiato Yoga Vinyasa e si è diplomata in Yoga dell’Energia all’EFY con Gianna Dupont. Nell’estate 2017 realizzerà ON AIR, un progetto in situ per dei giardini in Francia a partire dalla ricerca sui fischi e il movimento di Otolithes. In residenza al LAC, Lorena comincia una nuova fase di ricerca che prenderà forma nel solo Dazzle in estate 2017 e che si amplificherà in una nuova pièce di gruppo nel 2018.
Nel triennio 2016-2018 Lorena Dozio è artista associata presso il LAC-LuganoInScena, nell'ambito del programma YAA! (Young Artist Associated), promosso da Pro Helvetia.


Carlo Ciceri
compositore 

Carlo CiceriNato a La Spezia nel 1980, dopo essersi diplomato in Pianoforte, si è trasferito a Lugano dove ha conseguito il Master in Direzione d'Ensemble e in Composizione presso il Conservatorio della Svizzera italiana. Inoltre, si è laureato in Musicologia presso l'Università di Pavia e ha collaborato, tra l'altro, con la Fondazione Paul Sacher di Basilea, la Fondazione Cini di Venezia, l’Université Paris 8. Durante gli anni della formazione, ha frequentato le più prestigiose masterclass di composizione, ricevendo premi in numerosi concorsi internazionali. Ha ottenuto una borsa di studio biennale dalla Fondation Kiefer-Hablitzel di Berna e un assegno di ricerca dal Dipartimento Ricerca e Sviluppo del Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano (2010-2012); nel 2013 è stato borsista alla Fondazione Cini di Venezia.

Le sue composizioni, regolarmente programmate e commissionate dai più importanti festival (Biennale Musica di Venezia, Festival di Milano Musica, Festival Archipel Genève, Tage für Neue Musik Zürich, Oggimusica e 900presente di Lugano), formazioni musicali europee (RepertorioZero, Ensemble Vortex, Collegium Novum Zürich, Mondrian Ensemble, Divertimento Ensemble, Quartetto Prometeo, ensemble recherche) e orchestre (Zürcher Kammerorchester, Orchestra della Svizzera italiana, Tiroler Symphonie Orchester), si concentrano principalmente su opere scritte per strumenti amplificati e sulla creazione di musiche per forme sceniche quali danza, performance e teatro.
È membro del Consiglio di amministrazione di RepertorioZero, gruppo di ricerca internazionale formato da compositori e musicisti che persegue la ricerca sul linguaggio musicale e sulla nuova liuteria. RepertorioZero ha vinto nel 2011 il Leone d'Argento alla LV Biennale Musica di Venezia. Nel 2012 Carlo Ciceri ha fondato con Lorena Dozio «Crile». Vive e lavora a Lugano.


Associazione CRILE

L’associazione Crile é stata creata nel 2012 a Lugano da Lorena Dozio (coreografa ticinese), Carlo Ciceri (compositore italiano residente a Lugano) e Daniel Zea (compositore di origine colombiana residente a Ginevra). L'associazione nasce in seguito al corso di formazione professionale “Transforme” tenuto in Francia presso la Fondation Royaumont dalla coreografa Myriam Gourfink dove i tre fondatori si sono incontrati.

La prima creazione di Crile è stata levante, progetto coreografico di Lorena Dozio coprodotto dal Festival Archipel di Ginevra, la cui creazione e la tournée successiva è stata sostenuta da Pro Helvetia e presentata in diversi festival in Ticino (Festival Performa, OggiMusica), a Ginevra (ADC) e a Parigi (Fondation Royaumont, Gaité Lyrique, Mains d'Oeuvres, Université de Paris 8).

A seguito di questa prima fertile collaborazione, i tre artisti hanno deciso di costituirsi in associazione per continuare lo sviluppo di progetti coreografici e musicali. Fino ad oggi Crile ha prodotto gli spettacoli ALibi, I Nauti, Otolithes. La residenza a Lugano InScena nel quadro del progetto YAA! (Young Artist Associated) promosso da Pro Helvetia permette all’associazione Crile di strutturarsi in un modo più solido sul territorio ticinese e di creare maggiori relazioni con il resto della svizzera e all’internazionale.