email facebook twitter google+ linkedin pinterest
LAC Lugano Arte e Cultura

Cinergia

CINERGIA 2018
Per fare il punto su questi nuovi orizzonti, l’Associazione Cinergia presenta questa primavera presso il LAC Lugano, in collaborazione con LuganoInScena e Lugano Musica, la rassegna Cinergia, una catena di eventi che vuole proporre una prima messa a fuoco di convergenze e trasversalità. Cinergia vuole essere anche un “apprendistato al disorientamento”, unico modo per ri-orientarsi dentro la recente continua “rimessa a nuovo” dei linguaggi espressivi, tanto delle arti performative e visive che del cinema-video.
Completando la proposta autunnale di Affinità elettive, inedita mappatura del subcontinente indiano di “scambi di senso” fra i linguaggi creativi, Cinergia si occuperà ora di fornire importanti esempi, dal mondo più vicino a noi, di come l’assimilazione di due mondi percettivi (teatro-cinema e musicacinema) abbia costituito una costante degli esperimenti di alcuni fra i maggiori registi teatrali italiani (Romeo Castellucci della Socìetas Raffaello Sanzio, Luigi de Angelis e Chiara Lagani di Fanny &
Alexander, Marco Martinelli e Ermanna Martinelli del Teatro delle Albe) e anche di cineasti europei “fuori norma” (il grande autore di film-saggio sulla musica, le arti visive e l’architettura Frank Scheffer, il super-montatore Jacopo Quadri). Sono registi che, nel loro lavoro, hanno affermato una volontà di
sinestesia, uno scambio continuo fra il linguaggio del cinema e quelli delle arti performative, visive e dello spazio.
Come interlocutori privilegiati del progetto abbiamo scelto un gruppo di artisti che sperimentano tutto quello che i linguaggi della cultura performativa e visiva contemporanea possono offrire. Abbiamo privilegiato le esperienze teatrali e musicali che, coniugandosi al cinema, rifiutano di appartenere all’uno o all’altro campo estetico e passano invece da questo a quello, negandosi alla denominazione d’origine controllata. Stili e sguardi, insomma, molto diversi tra loro sul mondo e sulle arti audiovisive e performative.
Cinergia offrirà anche l’occasione per una serie di incontri, laboratori e seminari. Siamo convinti, infine, che Cinergia rappresenterà una nuova occasione per rafforzare la presenza a Lugano di un turismo d’arte e cultura, sottolineando la posizione del LAC come importante realtà di sintesi delle arti.
Marco Müller
Cinergia 2018 (14-15 marzo, 22-23 marzo, 12 e 25 aprile)
Un progetto dell’Associazione Cinergia,
in collaborazione con LuganoInScena e Lugano Musica,
Marco Müller (Lugano – Direttore)
Monica Vassallo (Mendrisio – Coordinatore)
Oriana Rossi (Lugano – Presidente, Associazione Cinergia)
Marzio Guggiari (Lugano – Vice-Presidente, Associazione Cinergia)

IL PROGRAMMA

Jacopo Quadri: fra cinema e teatro

14 marzo
ore 11:00
La terra trema - co-regia: Mario Martone (1998, 90’)
ore 15:00
Statici (1994-1997, 9’)
Marisa (2000, 8’)
ore 17:00
Un posto al mondo - co-regia: Mario Martone (2000, 82’)
ore 19:00
Lorello e Brunello (2017, 85’)
ore 21:30
Saharawi - Voci distanti dal mare,(co-regia con Antonietta De Lillo e Patrizio Esposito),
(1997, 60’)
15 marzo
ore 11:00
Il paese dove gli alberi volano, (co-regia con Davide Barletti) ( 2015, 90’)
ore 15:00
La scuola d’estate, 2014 86’
Luigi de Angelis, Chiara Lagani e Fanny & Alexander : L’altro mondo: la
poetica di F&A tra cinema e teatro
15 marzo
ore 17:00
L’altro mondo: la poetica di F&A tra cinema e teatro
incontro con Luigi de Angelis e Chiara Lagani
ore 19:00
Carta bianca a Fanny & Alexander
Proiezioni sorpresa con interventi e commenti di Luigi de Angelis e Chiara Lagani
C. Romeo Castellucci e Societas Raffaello Sanzio: Rovesciare i propri occhi/
The Act of Seeing
Rovesciare i propri occhi
Seminario e proiezioni a cura di Piersandra Di Matteo
22 marzo
ore 16:00
Epopea della Polvere (1992-1999) > 100’
Amleto, la veemente esteriorità della morte di un mollusco (1992)
Orestea (una commedia organica?) (1995 > 2015)
Giulio Cesare (1997)
Genesi. From the museum of the sleep (1999)
ore 19:00
L’occhio e lo sguardo (2006-2014) > 55’
Hey girl! (Festival d’Automne, Paris, 2006)
Sul Concetto di volto nel Figlio di Dio (Theater der Welt, Essen, 2010) Io penso (Taipei Arts
Festival, Taipei, 2010)
The Phenomenon called I (Tokyo Festival, Yumenoshima, 2011)
Le Sacre du Printemps (Ruhrtriennale, Duisburg, 2014)
23 marzo
ore 17:00
The Act of Seeing
Incontro con Romeo Castellucci
Modera Piersandra Di Matteo, Marco Müller e Carmelo Rifici
a seguire
Brentano (1995, 25’)
regia di Romeo Castellucci
liberamente tratto da una novella di Robert Walser
Premio Pardi di domani, Festival internazionale del film Locarno 1995
ore 20:30
Orphée et Eurydice (90’)
D. Frank Scheffer: Filmare la musica
12 aprile
ore 15:00
The One All Alonei (2009, 90’)
ore 17:30
Attrazione d’amore (1998, 80’)
ore 20:00
Conducting Mahler (1996, 75’)
E. Marco Martinelli, Ermanna Montanari : La luce che non si spense : Il Cinema
del Teatro delle Albe
25 aprile
ore 17:00
La luce che non si spense : Il Cinema del Teatro delle Albe
Incontro con Marco Martinelli e Ermanna Montanari
ore 20:00
Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi di Marco Martinelli (2017, 90